Dr. Paolo D'Alessandro
Psicologo Psicoterapeuta Roma

Ciao, sono Paolo D’Alessandro, psicologo psicoterapeuta a Roma. Posso darti un aiuto concreto per risolvere gli attacchi di panico, l’ansia da prestazione, l’ansia da sociale.

In un percorso di psicoterapia, con me puoi beneficiare di punti di vista diversi e delle tecniche più adatte a te. Possiamo utilizzare il metodo più adatto a te e scegliere obiettivi personali o clinici da raggiungere per migliorare le tue abitudini, l’autostima, la gestione delle emozioni, migliorare la relazione con il tuo partner o a iniziarne una nuova.

Dr. Paolo D'Alessandro
Psicologo Psicoterapeuta Roma

Ciao, sono Paolo D’Alessandro, psicologo psicoterapeuta a Roma. Posso darti un aiuto concreto per risolvere gli attacchi di panico, l’ansia da prestazione, l’ansia da sociale.

In un percorso di psicoterapia, con me puoi beneficiare di punti di vista diversi e delle tecniche più adatte a te. Possiamo utilizzare il metodo più adatto a te e scegliere obiettivi personali o clinici da raggiungere per migliorare le tue abitudini, l’autostima, la gestione delle emozioni, migliorare la relazione con il tuo partner o a iniziarne una nuova.

Attacchi di panico: cosa c'è dietro?

Rottura di una relazione

Quando una coppia si rompe, soprattutto se si tratta di una rottura non voluta, ma non solo, qualcosa si può rompere dentro di noi. L'impossibilità di riavere quello che si si è perso e la sensazione di essere intrappolati in una situazione non voluta fanno sì che si possa sviluppare un vero e proprio dolore. Attacchi di panico e depressione sono una risposta molto comune per questo tipo di situazioni.

Elaborazione del lutto

Dire addio ai propri cari, ma non solo, che non ci sono, è più difficile che versare lacrime per loro. A volte è come perdere una parte di noi stessi. Una corretta elaborazione del lutto può avvenire anche dopo molti anni. Quando poi le circostanze sono particolarmente difficili molte persone sviluppano attacchi di panico come conseguenza dell'angoscia che non riescono a esprimere altrimenti.

Bassa autostima

Seguire il proprio desiderio, per molti di noi, è l’unica cosa veramente importante. Ci sono persone che voglio scrivere un libro o realizzare opere d'arte figurative, ma sono bloccati dall’angoscia, studenti che non riescono a studiare. A volte non è facile capire quello che si vuole veramente. Ma quando si fanno cose che ci portano lontano dal nostro desiderio, a un certo punto è il nostro inconscio che si ribella, esplodendo in un attacco di panico.

Traumi psicologici

Un trauma può essere l’origine di una seria difficoltà nell’affrontare la normalità di tutti i giorni. A volte si tratta di un serio incidente che ha messo a rischio la vita propria o di altri, a volte il trauma è qualcosa di più oscuro e non bene identificato. Ma anche in questo caso gli attacchi di panico possono rappresentare una triste realtà quotidiana, quando il trauma non è stato correttamene elaborato.

Psicoterapeuta Roma

Per chi cerca uno psicoterapeuta Roma ti dà moltissime possibilità e il compito può diventare veramente troppo arduo. La scelta è immensa. Roma è tra le città più densamente popolate di psicologi, non solo d’Italia, ma d’Europa, secondo alcune statistiche che ho visto un po’ di tempo fa (purtroppo non ricordo né dove né quando). In pratica, dovrebbe esserci più o meno uno psicologo a Roma ogni circa 600 abitanti e, pare che la cifra sia destinata ad aumentare.

Ma se c’è questa ampia scelta non dovrebbe essere semplice, trovare uno psicologo? In realtà la parte difficile consiste proprio nel fare una scelta quando le alternative sono troppe. Questo fenomeno viene conosciuto in molti modi, uno di questi potrebbe essere la cosiddetta paralisi da analisi

I pratica quando ci sono troppe alternative, normalmente si desidera di fare quella migliore e questo può portare a perdersi nel soppesare tutte le alternative possibili, con la paura di sbagliare. Si sa che anche gli psicologi a Roma, come in altre città, nonché come tutti, sono esseri umani (di solito) e che, di conseguenza, esistono vari livelli di competenza, per così dire. 

Ed è per questo che sicuramente in un numero così ampio di psicologi ci saranno sia quelli geniali che quelli all’opposto. Dunque per non finire con gli ultimi, fare un’analisi approfondita prima di prendere il primo appuntamento sembra l’opzione migliore. Il problema, ovviamente, è che per analizzare un numero così grande di psicologi, ci vorrebbe un periodo altrettanto grande di tempo. Da cui una paralisi da analisi.

Prova invece a pensare quanto sarebbe semplice se ci fosse solo uno psicologo, ad esempio, in un paesino. Potrebbe essere o non essere il migliore psicologo possibile, ma sarebbe probabilmente la scelta più ovvia (naturalmente le cose cambiano se il paesino si trova vicino ad una città più grande).

Quello che bisogna fare in questi casi sono dei tentativi. Anche io, a suo tempo mi sono dovuto mettere alla ricerca di uno psicoterapeuta, e anche io ho notato che esistono diversi livelli di capacità e competenza. Ora ti elenco alcuni consigli basati su come mi sono regolato io nella ricerca dello psicologo (qui, come altrove, uso il maschile di psicologo per indicare entrambi i generi).

  • Quando trovi uno psicologo a Roma (dopo una ricerca su Internet, dietro segnalazione di un suo paziente o di un medico) prima di tutto puoi fare una ricerca su Internet per avere qualche notizia in più. Prima di tutto l’iscrizione all’albo degli psicologi e verifica anche che sia psicoterapeuta a Roma, per esempio. Per questo scopo puoi usare questo link, che è l’albo nazionale, ma per avere più informazioni dettagliate devi cercare nell’albo della regione, per esempio nel Lazio, l’indirizzo è questo.
  • Prendi un appuntamento (telefonando o per messaggio, se previsto), chiedendo se viene previsto anche un primo incontro gratuito. Questo non è indispensabile e non tutti gli psicologi lo fanno, per esempio io non lo faccio più da anni, comunque serve soprattuto per placare la tua ansia e darti l’illusione di controllo. Comunque, per alcuni psicologi il primo incontro, se gratuito, serve solo per conoscersi e fissare gli obiettivi della terapia, e anche se può durare un’ora intera, di solito non è una vera seduta di psicoterapia o di consulenza psicologica. A maggior ragione, dunque, questo passo lo puoi saltare se hai fretta di cominciare la psicoterapia.
  • Anche se per caso il terapeuta non ti convince, continua ad andarci per altre quattro o cinque sedute prima di decidere di cambiare. Non si può giudicare un libro dalla copertina! Ti consiglio vivamente, comunque, di parlarne chiaramente con lo psicologo a tu per tu nell’ultima seduta. Mai per telefono, o peggio ancora via messaggi. Non sai quante volte si tratta solo di una resistenza che ti impedisce di progredire!
  • Nel caso in cui decidessi che per il primo psicoterapeuta Roma non facesse abbastanza per te, rimboccati le maniche e ricomincia la ricerca al primo punto. Ricorda che in questa città siamo in tanti. Dopodiché rifai i passi successivi. Puoi provare con diversi terapeuti, ma se arrivi al quarto o quinto, allora vuol dire che c’è qualcosa che non va con la tua modalità di selezione. Forse in realtà non ti vuoi mettere in gioco perché hai troppe resistenze inconsce. In questo caso ti consiglio vivamente di affidarti a quello che ti ha dato più fiducia tra gli psicologi che hai visto e di rimanere con quello, anche se non vorresti. Datti ancora qualche mese per capire se può aiutarti a dispetto della tua impressione iniziale e, soprattutto, parla dei tuoi dubbi in seduta.
Psicoterapeuta Roma

Un'ultima cosa, per trovare uno psicologo a Roma

Non fare un’indagine telefonica chiedendo allo psicologo tutto il possibile e prendendo appuntamenti, anche se gratuiti, con più psicologi, magari contemporaneamente. Questo significherebbe non aver capito la natura della relazione d’aiuto. Non stai cercando un prodotto. Al contrario devi cercare di capire se ti puoi affidare alle cure della persona giusta. Inoltre se ti concedessi solo una seduta con ciascuno psicologo, dovresti per forza di cose decidere in base alla prima impressione, quindi all’apparenza. Ricordati che è solo dopo un certo numero di sedute che si comincia a intravedere qualcosa, a proposito del rapporto terapeutico dello psicologo Roma, come qualunque altra città.

È esattamente per questo, che questo tipo di rapporto è speciale. Perché non è un rapporto di amicizia. Lo psicologo Roma non deve fare di tutto per piacerti, perché non questo è il suo ruolo. Piuttosto farà tutto quello che può per aiutarti a capire. Questo potrebbe anche essere scomodo o difficile a volte, ecco perché la fiducia gioca un ruolo importante. A seconda della personalità, a volte le relazioni terapeutiche più importanti ed efficaci sono proprio quando il paziente non è a proprio agio con lo psicologo che ha di fronte.

Se vuoi valutare il tuo rapporto con lo psicologo, fallo attraverso Internet, con quello che ti dicono i suoi pazienti o le altre fonti esterne e poi prendi un appuntamento per iniziare un percorso, salvo interromperlo dopo alcune sedute, se non si riesce a creare quella giusta relazione. Questo, secondo me, è l’unico modo giusto per procedere per trovare uno psicologo Roma Eur, come in qualunque punto del mondo.

Psicologo Roma - Paolo D'Alessandro, Psicologo Psicoterapeuta
Psicologo Roma