1. Home
  2. /
  3. Problemi Psicologici

Problemi Psicologici

Tabella dei Contenuti

L'Ansia e suoi disturbi

L’ansia è una sensazione di preoccupazione o nervosismo. Può essere cronica, il che significa che dura per molto tempo ed è molto intensa, mentre potrebbe anche arrivare solo in episodi come gli attacchi di panico.

Praticamente è una paura, ma senza un oggetto specifico. L’ansia è la paura della paura stessa. Un po’ quello che avviene negli attacchi di panico, ma in maniera più diluita.

Depressione

Il termine depressione è usato per descrivere una sensazione di profonda tristezza e angoscia. A volte i pazienti descrivono questa sensazione come una mancanza di emozioni. Questa condizione può essere acuta, il che significa che dura per un breve periodo di tempo, o cronica, quando i sintomi durano per più mesi.

Finché questa condizione non è troppo intensa non dovrebbe interferire con la vita quotidiana, ma, se persiste, allora potrebbe crescere e trasformarsi in un episodio di depressione.

Problemi relazionali

Problemi relazionali

I problemi relazionali si vedono spesso nelle coppie sposate. In un matrimonio ci possono essere differenze di opinione su cose come le questioni di denaro o disaccordi sui figli. Spesso, la cosa più importante è cercare di capire il punto di vista dell’altra persona, se possibile parlare insieme e trovare una soluzione che funzioni per entrambi. Ma potrebbe anche non essere sufficiente. Una relazione richiede anche rispetto e fiducia reciproci. Ma in tutti i casi bisogna sapere comunicare.

Ma i problemi relazionali sono anche quelli con gli amici, o con il sesso attraente. Durante il Covid abbiamo visto i programmi della televisione che enfatizzavano il fatto di stare a casa con la famiglia, ma ci sono molte persone single, che vivono per conto proprio. Per questa categoria di persone avere problemi relazionali significa trovarsi isolati.

La dipendenza affettiva

Una dipendenza affettiva, o dipendenza emotiva, è una situazione in cui una persona sente il bisogno di essere sostenuta da un altra, per esempio nella coppia, come quando si sente incapace di prendersi cura di se stessa.

Questo problema può derivare da diverse cause: esperienze infantili in cui una persona era più dipendente dai genitori di quanto avrebbero dovuto essere, dall’incapacità di stabilire un’identità personale e dal sentirsi incapaci di prendere decisioni per proprio conto.

Disturbi alimentari

Disturbi alimentari

Il significato del cibo è un concetto complicato e multidimensionale, che può essere visto da un punto di vista psicologico.

Il cibo non è solo un elemento che il nostro corpo consuma e grazie al quale immagazzina energia per funzionare correttamente. Per la maggior parte delle persone, il cibo è abbastanza semplice: ne hai bisogno per sopravvivere e se non ne hai, morirai.

Per alcune persone però, il cibo può essere molto più di questo. Ci sono persone che smettono di mangiare perché in realtà pensano di non meritare amore. Da un punto di vista simbolico, infatti, il cibo può essere associato all’amore. Amore che viene dato o tolto dai genitori, per esempio.

Anoressia nervosa

L’anoressia nervosa è un disturbo alimentare in cui le persone non mangiano abbastanza cibo o fanno eccessivo esercizio fisico per perdere peso. La persona che soffre di questo disturbo può anche avere una paura anormale di diventare grassa, anche se si trova già oltre la soglia della malnutrizione, che la porta a rifiutare il cibo.

Esiste un significato simbolico nel cibo, dunque, così come per l’autostima e la disperazione corporea. Questo giudizio di di ciò che è bello (molto soggettivo, evidentemente) è, tuttavia, in netto contrasto di ciò che fa bene, infatti, se non monitorata, l’anoressia può portare alla morte del soggetto.

La bulimia

La bulimia è una malattia in cui le persone mangiano in modo compulsivo e poi inducono il vomito o prendono lassativi. Possono anche abusare di diuretici (sostanze che fanno perdere acqua al corpo) per perdere peso.

Anche per la bulimia esiste un chiaro collegamento non solo alle abitudini alimentari di una persona, ma anche alla sua autostima e immagine corporea, a partire proprio dal significato simbolico del cibo.

Dr. Paolo D'Alessandro - Psicologo Psicoterapeuta
Dr. Paolo D'Alessandro - Psicologo Psicoterapeuta

Lavoro con i pazienti da più di 15 anni e mi piace aiutarli a superare le loro paure. Dal 2006 mi occupo prevalentemente di Ansia da prestazione, Attacchi di panico e Ansia sociale. Collaboro con l'AIPAP, l'associazione italiana per la psicoterapia degli attacchi di panico, di cui sono socio fondatore.

Ho tre figli e una moglie che amo molto. I miei interessi includono la tecnologia e le nuove sfide, sia in ambito clinico che imprenditoriale.